Venezuela, violento terremoto di magnitudo 7.3: edifici evacuati, la situazione


Un potente terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito la costa settentrionale del Venezuela ieri, provocando il panico tra la popolazione, ma senza causare alcun danno o vittime. Secondo l’US Geological Survey (USGS), l’epicentro del sisma, registrato alle 17:31 ora locale, è stato localizzato 20 km a nord-ovest di Yaguaraparo, 400 km a est di Caracas, e ad una profondità di 87 chilometri. Il Centro di allerta tsunami del Pacifico ha emesso un avvertimento, poi ritirato, per possibili onde anomale entro un raggio di 300 chilometri dall’epicentro del sisma. Secondo i resoconti sui social media, la scossa è stata avvertita nella capitale venezuelana così come in gran parte della Colombia, fino a Bogotà. Molti edifici sono stati evacuati per precauzione. (Continua a leggere dopo la foto)







Il ministro dell’Interno venezuelano Nestor Reverol ha confermato che “finora non si segnalano vittime e che il ministero è in contatto con tutti i governatori degli Stati coinvolti per avere una visione complessiva dei danni causati dal sisma e determinare le iniziative da adottare da parte del governo centrale”. Secondo Reverol il sisma ha interessato lo Stato di Sucre ed è stato avvertito in un’altra decina di Stati. (Continua a leggere dopo la foto)




È un periodo molto duro per i venezuelani: gli ultimi giorni in Venezuela c’è stata molta incertezza per l’introduzione della nuova moneta, il bolívar soberano, creata dal governo per cercare di limitare l’iperinflazione e la crescita fuori controllo dei prezzi. Il bolívar soberano è entrato in circolazione martedì, visto che nel giorno scelto per la sua introduzione, il 20 agosto, le banche erano chiuse per decisione del presidente Nicolás Maduro. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Il bolívar soberano ha cinque zeri in meno del bolívar fuerte, la precedente moneta, ed è legato al petro, la criptovaluta controllata dallo stato e introdotta dal governo lo scorso febbraio per aggirare le sanzioni finanziarie imposte al Venezuela.

Leggi anche:

“Il suo piccolo corpo sotto le ruote”. Rimini, bimbo di 3 anni investito sulle strisce

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it