Yolanda è morta in casa a 25 anni. Così, in modo assurdo a poche ore dal compleanno


 

Un incidente drammatico tra le mura di casa che ha spezzato la giovane di vita di una ragazza in quello che doveva essere un giorno di festa e ha gettato sconforto e dolore su un paese intero. Lei, Yolanda Vece, è infatti morta mentre si trovava all’interno della propria abitazione nel giorno del suo compleanno, il 25esimo. La giovane viveva a Oliveto Citra, in provincia di Salerno, insieme al marito Vito, che aveva sposato un anno prima e con il quale sognava di mettere su una famiglia bella e numerosa. Un progetto che stava finalmente per prendere piede con un bambino in arrivo, una notizia che la coppia aveva accolto con grande entusiasmo. Purtroppo, però, Yolanda è rimasta uccisa in una dinamica assurda quanto agghiacciante: voleva sistemare un vaso di cemento che si trovava su un muretto, in un momento in cui era sola visto che alcuni parenti avevano da poco lasciato la sua casa. Così ha preso una scala e ci è salita sopra, perdendo però poco dopo l’equilibrio e precipitando giù. Uno dei pioli l’ha colpita al collo, mentre il vaso che voleva prendere le è finito addosso, schiantandosi contro di lei. (Continua a leggere dopo la foto)







Il tutto in un pomeriggio di preparativi per quella che doveva essere una serata di festeggiamenti per il compleanno della ragazza, un evento che tutta la famiglia attendeva. Quando Yolanda ha perso l’equilibrio, secondo le prime ricostruzioni, ha tentato di aggrapparsi a qualcosa e involontariamente ha tirato a sé il vaso, che l’ha centrata sul lato sinistro della testa provocandole una fattura cranica. A trovarla è stato il marito, tornato a casa di lì a poco e che non sentendola rispondere ha iniziando a cercarla, fino a scoprire il corpo in una pozza di sangue. Inutile la disperata telefonata in ospedale e l’arrivo dei soccorritori. (Continua a leggere dopo le foto)





 

La donna era infatti già morta al momento dell’arrivo dell’ambulanza. Con lei ha perso la vita anche il bambino che portava in grembo da cinque mesi. A fare chiarezza sull’accaduto sono state le telecamere di videosorveglianza della casa, che hanno ripreso la tragica scena e permesso agli investigatori di escludere ogni pista diversa da quella del drammatico incidente domestico. Un paese intero ha inondato di messaggi accorati i social per ricordare la ragazza e manifestare tutta la sua solidarietà al marito, colpito da un lutto così drammatico.

Lutto nel calcio italiano. Addio a uno dei più amati: “Con lui è stato bello”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it