Padre dimentica lascia gemellini in auto e va al lavoro: morti di caldo. “Ah, ma erano lì?”


Una distrazione, un tragica fatalità. Un dolore che, insieme al rimorso, questo padre si porterà dietro per il resto dei sui giorni. Una storia come molte se ne sono sentite nel corso degli anni ma che non per questo portano meno sofferenza. Ha lasciato i suoi bambini in auto, un maschio e una femmina di un anno, convinto di averli lasciati all’asilo e poi si è recato al lavoro. Ore dopo, quando per i due bimbi non c’era più nulla da fare, si è accorto dell’orrore.

E’ accaduto a New York, a Juan Rodriguez, un veterano della guerra in Iraq, che in attesa del processo, è stato rilasciato dal giudice di New York dietro il pagamento di una cauzione da 100 mila dollari. L’uomo ora accusato di omicidio colposo, si è dichiarato non colpevole, nonostante le disperate dichiarazioni rilasciate ai pubblici ministeri “ho avuto un momento di buio, ora i miei bambini sono morti, ho ucciso i miei bambini”. Continua dopo la foto




Come spesso accade a persone che vivono momenti di forte stress, anche in questo caso, il padre era convinto di aver lasciato i gemelli, Luna e Phoenix, all’asilo, per poi proseguire il consueto percorso fino al posto di lavoro. Secondo quanto riferito dal New York Post, Rodriguez prima di dimenticarsi di lasciare i gemelli, invece, aveva lasciato il figlio più grande, di 4 anni, in un altro asilo. Continua dopo la foto




I bambini, secondo un portavoce della polizia di New York, sono morti venerdì pomeriggio intorno alle 16, dopo ore trascorse in auto senza il passaggio di aria e con la temperatura esterna elevata. Dal rapporto del medico che ha effettuato un primo esame sui corpi delle due vittime, la temperatura corporea interna superava i 42 gradi. “Questo è il mio peggior incubo in assoluto. Tutto ciò che faccio mi ricorda i miei bambini dolci, intelligenti, belli e sono ancora incredula. Anche se sto soffrendo più di quanto avessi mai immaginato possibile, amo ancora mio marito”. Continua dopo la foto



 


Questo ha detto Marissa Rodriguez a People. “È una brava persona e un grande padre e so che non avrebbe mai fatto nulla per ferire intenzionalmente i nostri figli. Non supererò mai questa perdita e so che non si perdonerà mai per questo errore. È stato un incidente orribile e ho bisogno di lui al mio fianco per attraversarlo insieme ”, ha continuato.

Ti potrebbe anche interessare: Ecco perché il carabiniere ucciso non ha sparato ai suoi assassini: spunta il motivo