Un malore improvviso, poi muore in piscina. A trovarlo è stata la moglie


È ancora sotto choc la moglie che, nella giornata di ieri, ha trovato il corpo di suo marito privo di vita. È uscita in giardino, dentro casa non lo trovava, quando lo sguardo è caduto sulla piscina ecco l’agghiacciante visione. I soccorsi sono stati chiamati invano perché per l’uomo, di ottantaquattro anni, non c’era niente da fare. È annegato nella sua piscina, nell’abitazione di San Felice del Benaco, in prossimità di Brescia, precisamente a Via San Femo.

Adesso i carabinieri stanno cercando di fare chiarezza su un fatto che è l’ennesimo, drammatico e mortale incidente di questi giorni. Vi avevamo raccontato ieri di Giuseppe, pensionato di sessantuno anni che è morto sulla spiaggia del Poetto, a Cagliari. Si era tuffato in acqua per rinfrescarsi un po’, ha fatto solo un paio di bracciate ed ecco uno strano dolore al petto. I bagnanti hanno notato qualcosa che non andava ma per lui era troppo tardi. Continua a leggere dopo la foto.







Il fatto di San Felice del Benaco è stato triste e fatale e molto simile a quello di Cagliari. L’uomo infatti deve aver accusato un malore mentre si trovava in prossimità della piscina: i suoi vestiti infatti erano da casa, non aveva addosso un costume. Una volta caduto in acqua, in modo accidentale, forse per il malore stesso forse per incapacità di nuotare, l’uomo è morto annegato. Nessuno ha assistito alla dinamica reale e ancora non si può mettere la parola fine a questa vicenda. Quello che è certo è che per automedica e ambulanza è stato un viaggio inutile: l’84enne era già morto. Continua a leggere dopo la foto.




Un’estate sempre più difficile, soprattutto per gli anziani, lasciati soli in queste calde ore. A Ivrea, questo fine settimana, una coppia di coniugi, entrambi over 80, è stata ritrovata a casa, priva di vita e con i corpi addirittura in decomposizione. Erano scomparsi da una ventina di giorni, nessuno sapeva dove fossero andati, poi uno strano odore ha iniziato a serpeggiare per il palazzo. Qualcuno ha bussato alla porta, ma nessuno è venuto ad aprire. Continua a leggere dopo la foto.


Così, una volta arrivati Carabinieri e Vigili del Fuoco, la tragica scoperta: i due erano morti da più di due settimane. La storia di Brescia è ugualmente tragica: il malore del 84enne forse è stato causato dal caldo torrido di questi giorni.

“Bimba di 2 anni ingerisce una pila. In ospedale in elicottero: è gravissima”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it