Poche bracciate, poi il malore. Bagnante muore in mare: non sono riusciti a salvarlo


Nuova tragedia sulle spiagge italiane. Questa mattina, a Cagliari, un pensionato di settantuno anni ha accusato un malore mentre faceva il bagno. Per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante il pronto soccorso dei bagnanti che avevano notato come qualcosa non andasse nell’anziano. Si complica il bilancio delle vittime over60 in questa calda estate 2019, dove anche le temperature contribuiscono a indebolire i nostri anziani.

Si chiamava Giuseppe Zucca ed era originario di Dolianova. Stava facendo il bagno nella famosa spiaggia cagliaritana del Poetto di Quartu quando ha sentito nel petto qualcosa andare male. Il tragico avvenimento è accaduto ieri mattina, alle ore 12.30, poco prima del Margine Rosso, in Sardegna. Il signore aveva deciso di tuffarsi in acqua per fare una nuotata rinfrescante, ma da quel mare tanto desiderato non tornerà più, a seguito forse di un infarto. Continua a leggere dopo la foto.







Alcune persone hanno visto Giuseppe in difficoltà e si sono subito gettate su di lui. Sono riusciti a portarlo a riva e una volta giunti sulla sabbia hanno soccorso l’anziano con le manovre di massaggio cardiaco. Subito sono stati avvertiti i sanitari al cui arrivo, però, il cuore dell’uomo aveva già messo di battere. Secondo quanto si legge sul sito de l’Unione Sarda, gli agenti del Commissariato di zona stanno già indagando sulla vicenda, ma sulla salma, restituita subito ai familiari, non verrà effettuata alcuna autopsia. Non è noto se Giuseppe soffrisse di qualche patologia. Continua a leggere dopo la foto.




Sempre di ieri un’altra tragica notizia, di cui vi abbiamo raccontato: Claudio Valle, istruttore di sessantacinque anni della Fraglia Vela di Desenzano, è caduto nel Lago di Garda, a largo del porto di Moniga. Era a bordo di una barca a vela di sette metri, dove accompagnare due ipovedenti nell’ambito di un’iniziativa sociale. Poco prima delle 17 il triste incidente e il suo corpo ancora non è stato trovato da sommozzatori e Guardia Costiera. Continua a leggere dopo la foto.


Non si deve scherzare mai con l’acqua: basta un mulinello, un’onda troppo grande, una profondità non valutata bene che ecco avvenire la tragedia. E soprattutto non si devono lasciare soli gli anziani: bisogna sempre vigilare su di loro.

“Claudio è scomparso in acqua”. Un’altra notizia drammatica dall’estate italiana

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it