Bimba di 8 anni abusata dal nonno: le violenze in casa mentre faceva i compiti


Abusata dal nonno. Per questo motivo un uomo di sessant’anni è stato arrestato l’accusa di presunti abusi sulla nipotina di undici anni. È successo a Limbiate, in provincia di Monza, Lombardia e come racconta il quotidiano ”Il Giorno”, le violenze sarebbero avvenute tre anni fa, per almeno due volte a settimana, quando la bimba veniva lasciata a casa del nonno per fare i compiti.

L’uomo, un cittadino dell’Ecuador arrivato a Milano una trentina di anni fa, era solito approcciarsi con la nipote nei momenti in cui studiava e faceva i compiti per la scuola. Per tre anni la bambina, che all’epoca degli abusi denunciati aveva otto anni, è rimasta in silenzio. Secondo quanto riportato dal quotidiano i tentativi della bambina di raccontare cosa accadeva all’interno di quella casa sono andati a vuoto. (Continua a leggere dopo la foto)







Il papà non le avrebbe creduto e anzi, l’avrebbe sgridata e avrebbe difeso il nonno. L’occhio vigile delle maestre hanno capito che qualcosa non andava e parlando con i compagni di classe hanno capito la grave situazione. La bambina ripeteva ai compagni che il nonno l’aveva anche minacciata, con le mani strette sul collo e sulla bocca, per intimare il silenzio. (Continua a leggere dopo la foto)




L’uomo, che viveva da solo, avrebbe ripetutamente costretto la nipotina a spogliarsi e lasciarsi toccare, con la minaccia “se lo racconti a qualcuno ti ammazzo”. La stessa frase che la bimba ha ripetuto a scuola, suscitando i sospetti delle maestre. Da lì sono partite le indagini. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Le successive visite mediche alla clinica Mangiagalli di Milano hanno poi confermato i racconti della bambina. La bambina ha detto di non essere riuscita a spiegare l’accaduto ai genitori anche perché, quando ci ha provato, non è stata creduta: “Papà mi ha sgridata e ha difeso il nonno”, ha rivelato.

“Un boato enorme”. Esplode serbatoio di Gpl: una morte terribile a 53 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it