Grandinata pazzesca, la città sommersa da metri di ghiaccio in piena estate


Un’intera città è stata completamente sommersa da metri di ghiaccio, in piena estate. È quanto avvenuto nella città di Guadalajara, in Messico, dove la grandine ha ricoperto strade e case.

E’ stata definita, e a ragione, una grandinata “apocalittica”. La quantità davvero immensa di chicchi di grandine caduta sulla città, capitale dello stato di Jalisco, nel Messico occidentale, ha attirato l’attenzione del mondo intero. La città messicana, posta a 1560 metri di quota, non è di certo nuova ai fenomeni atmosferici molto intensi, ma quello che è accaduto ieri – in una giornata di piena estate con temperature di 31 gradi – ha dell’incredibile. (Continua a leggere dopo la foto)




La città è stata infatti sorpresa da una grandinata senza precedenti che ha coperto le strade con uno strato di ghiaccio dello spessore di quasi due metri. Per fortuna non ci sono stati feriti anche se i disagi e i danni sono stati molto importanti e le autorità hanno dovuto usare tir e macchinari pesanti nelle strade e vie principali per renderle percorribili. In un filmato pubblicato sui social si vede uno di questi tir che fatica ad attraversare una strada completamente ricoperta da un mucchio di ghiaccio. (Continua a leggere dopo la foto)



Quasi duecento tra case e negozi sono stati danneggiati dalla grandine, e almeno 50 automobili sono stati trascinati o sepolti dal ghiaccio. Enrique Alfaro, governatore dello stato, si è espresso su quanto accaduto, sottolineando che il fenomeno non sarebbe altro che la prova dei cambiamenti climatici in corso: “E poi ci si chiede anche se il cambiamento climatico sia reale. Questi sono fenomeni naturali mai visti prima” (Continua a leggere dopo la foto)



“In coordinamento con l’esercito messicano e le autorità municipali di Guadalajara e Tlaquepaque, il governo di Jalisco sta lavorando alla pulizia e alla rimozione della grandine sulle strade pubbliche, nonché al sostegno dei cittadini che hanno subito danni alle loro case”, queste sono state le parole del governatore sul suo account Twitter.

Milioni di chicchi di grandine hanno sommerso strade, macchine, orti, insinuandosi in cantine e negozi, addirittura invadendo gli appartamenti “esplodendo” dai wc, dopo aver intasato gli scarichi fognari.

 

Si getta in mare per salvare la moglie, Loris muore affogato: lascia una figlia