Toglie una zecca al gatto e resta paralizzata: non camminerà per tutta la vita


Una donna di 46 anni, Joanne Baskett, è rimasta paralizzata dopo aver tolto una zecca al proprio gatto. La donna, stava staccando il parassita con uno strumento apposito che era solita utilizzare quando si è accorta di averne una proprio sul braccio.

Joanne Baskett era solita togliere le zecche ai gatti che aveva in casa con uno strumento apposito, e quando si è accorta di averne una attaccata al braccio ha fatto lo stesso, credendo che non ci sarebbe stata alcuna conseguenza.  (Continua a leggere dopo la foto)




L’animale però le ha trasmesso una grave infezione, che la donna e il suo medico non hanno capito da subito. Dopo il morso, infatti, la 46enne ha sviluppato un rossore, così il dottore le ha dato un medicinale contro la tigna. Diversi giorni dopo però Joanne aveva la febbre alta e sintomi simil influenzali, così le è stata diagnosticata la malattia di Lyme, un’infezione batterica diffusa dalle zecche che può avere gravi conseguenze. (Continua a leggere dopo la foto)



E così è stato: per la donna era ormai troppo tardi e la malattia la costringerà a restare invalida per tutta la vita. Joanne adesso non può più camminare e nemmeno mangiare da sola. Purtroppo per la donna era troppo tardi, la malattia l’ha lasciata invalida a vita, ora non può più camminare, non può mangiare da sola e ha bisogno di una badante che si prenda cura di lei. «Se me ne fossi accorta in tempo sarei potuta guarire», ha spegato a Metro, «mi sento completamente devastata». (Continua a leggere dopo la foto)



Joanne crede che solo il trattamento con cellule staminali abbia una speranza di guarirla, ma afferma che il servizio sanitario pubblico inglese non  copre questo tipo di spese così ha lanciato una raccolta di fondi online.