Lei muore di tumore, lui si toglie la vita in ospedale: “Ti amo, sto per raggiungerti”


Tragedia a Roma: la fidanzata muore di tumore e lui, appresa la tragica notizia e non riuscendo a superare quella perdita, si toglie la vita in ospedale. È successo nel pomeriggio di giovedì scorso, 23 maggio, ed è il quotidiano Il Tempo a raccontare questa storia drammatica di amore senza fine. “Voglio stare con lei”, ha scritto lui in un bigliettino per spiegare le ragioni del suo gesto prima di gettarsi dalle scale del policlinico Gemelli della Capitale, l’ospedale dove si è spenta la sua ragazza, che aveva solo 30 anni.

Quasi coetaneo il compagno, che di anni ne aveva 32 e che, a quanto si è appreso, avrebbe gridato questa frase prima di lanciarsi: “Ti amo, ti sto per raggiungere”. Non c’è stato nulla da fare: i soccorsi si sono rivelati inutili. Il dramma è avvenuto giovedì pomeriggio intorno alle 18, 30. (Continua dopo la foto)




Nonostante le cure dei medici, spiega Il Tempo, la giovane non è riuscita a sconfiggere quel brutto male. E il fidanzato, “che pensava di non poter vivere senza la donna che amava, ha gettato la spugna lasciandosi andare a quella forma depressiva che lo stava distruggendo, pensando erroneamente di non avere altra alternativa che quella di gettarsi dalle scale dell’ospedale”. (Continua dopo la foto)



Sul caso si sono aperti gli accertamenti di rito: l’autopsia, gli esami clinici, i certificati e infine la restituzione della salma. Un fascicolo è stato aperto in procura, prosegue il quotidiano. Delle indagini è incaricato il sostituto procuratore Roberto Felici, il magistrato che era di turno giovedì allertato quando i medici hanno potuto solo constatare il decesso del giovane. (Continua dopo la foto)



 


I due stavano insieme da 6 anni. Sempre insieme. Poi, alla fine dello scorso anno, la diagnosi che ha cambiato per sempre le loro vite: la scoperta di un brutto tumore che poi a stretto giro si è portato via lei. E lui, dopo la notizia della morte del suo amore, ha creduto di non riuscire a sopportare un’esistenza senza più la sua fidanzata.

Frontale choc, mamma e figlia muoiono sul colpo: “Camilla ed Estella, i nostri angeli”