Si schianta e muore a 18 anni. “Stava inviando un messaggio al fidanzato”


Si schianta contro un albero e muore a 18 anni. Stava inviando sms al suo fidanzato quando è avvenuto l’incidente in cui ha perso la vita. La vittima si chiamava Shannon Gittings. Aveva da poco preso la patente e quel maledetto 3 ottobre stava guidando la sua Fiat 500 verso casa sulla A140, a Tasburgh, nel Norfolk. Ma nel frattempo si scriveva con il suo ragazzo: gli screenshot di quell’ultima conversazione sono stati mostrati in aula nel corso del processo.

“Il periodo dell’ultimo messaggio inviato su iMessage da Miss Gittings è delle 17.26 e l’ultimo inviato da Mr Smith è delle 17.27. Sembra coincidere con il momento in cui ha iniziato a perdere il controllo dell’auto – ha spiegato l’investigatore Andrew Hughes – Il procuratore Peter Forbes-Scott ritiene probabile che la Gittings stesse leggendo o rispondendo al messaggio di Smith e questo fornisce una spiegazione del perché le ruote della Fiat abbiano lasciato la carreggiata”. (Continua dopo la foto)







Anche l’inesperienza dovuta al fatto che Shannon avesse superato l’esame di guida appena un mese prima della tragedia potrebbe aver influito: stando all’inchiesta, potrebbe averla fatta reagire in modo “spropositato” quando la sua auto è finita fuori strada. “Questa è una morte molto triste e uno spreco di una giovane vita”, ha detto il giudice Yvonne Blake, che ha stabilito come il decesso sia da attribuire a cause accidentali. (Continua dopo la foto)




“Evidenzia solo quanto velocemente puoi perdere il controllo della tua auto se sei distratto – ha aggiunto -, in particolare facendo qualcosa come inviare sms o ricevere un messaggio. Per questo voglio incoraggiare le persone a non inviare messaggi di testo, iMessage o Snapchat durante la guida”. Dopo il dramma, i genitori della ragazza, Andrew e Lindsey Gittings, hanno pubblicato un lungo e straziante messaggio sulla sua pagina di Facebook. (Continua dopo la foto)


 


“Mia cara bambina bellissima ragazza, ci hai fatti i genitori più orgogliosi del mondo. Ti sei rivelata la giovane più straordinaria, amata da così tante persone. Ci mancherai più di quanto tu possa immaginare. Promettiamo di essere forti l’un l’altro e per i tuoi fratelli, Callum e Lewis. Henry è perso senza di te e farà sempre parte della nostra famiglia. Ogni giorno sarai nei nostri pensieri e non smetteremo mai di parlare di te e di dire al mondo quanto sei stata fantastica. Ora riposa in pace angelo mio. Ti amiamo più di ogni parola esistente e sempre lo faremo”.

Francesca, morta a 23 anni: per i medici in ospedale era un semplice mal di testa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it