Anna, mamma coraggio, si è spenta a 35 anni: lascia una figlia di 15 mesi


Il quartiere di Santa Maria del Sile a Treviso è in lutto per la tragica scomparsa di Anna Simioni Taiwo, antropologa di 34 anni stroncata da un incurabile cancro al pancreas nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 maggio. Come riportato da “La Tribuna di Treviso”, Anna aveva dedicato la sua vita ad aiutare gli altri. Dopo la laurea in antropologia Anna Simioni Taiwo aveva lavorato a Bologna, Treviso e Venezia in numerose associazioni di volontariato cercando di aiutare le donne straniere finite nella tratta della prostituzione.

In provincia di Treviso, oltre al lavoro per la Caritas locale, aveva contribuito ad aprire una casa-rifugio per le donne nella zona della Pedemontana. Lo scorso 5 febbraio la tragica scoperta della malattia: un cancro al pancreas che non le ha lasciato alcuna via di scampo. Come la mamma, morta anche di tumore nel 2012, anche Anna Simioni Taiwo non è riuscita a vincere la sua battaglia contro la malattia. Lascia il marito Osas Taiwo, il papà Ennio, la sorella Elena ma soprattutto la sua adorata bambina Daisy di soli 15 mesi. Una tragedia che ha sconvolto il quartiere di Santa Maria del Sile dove Anna era cresciuta. Continua dopo la foto







I funerali di Anna Simioni Taiwo saranno celebrati mercoledì 15 maggio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale del quartiere trevigiano. Un dramma, quello di Anna Simioni Taiwo simile a quello di Luara Forni che ha sconvolto l’intera comunità di Albavilla ma anche tutti gli alunni della scuola media “Kennedy” di Albavilla in via Porro 16 dove ieri mattina è avvenuta la tragedia. Continua dopo la foto




Laura Forni, un’ insegnante di arte dell’istituto comprensivo, durante la prima ora e mentre era impegnata in una sostituzione di una collega, si è sentita male all’improvviso in aula dopo aver spiegato agli alunni che non si sentiva bene. Un improvviso malore, la caduta in aula davanti alla classe, rimasta sotto choc ed attonita. Ma anche pronta ad andare a chiedere aiuto ai bidelli. Continua dopo la foto


 


Si è consumato così il dramma di Laura Forni. L’insegnante, subito soccorsa dal personale del 118 arrivato alla scuola, è stata portata d’urgenza in ospedale al Valduce, ma non c’è stato nulla da fare. Laura Forni è morta praticamente subito appena arrivata in ospedale: il quadro clinico era già molto complesso ai soccorritori. La donna, che lascia il marito ed un figlio in tenera età, era incinta si sei mesi. I medici, che si sono subito prodigati per prestare le cure, non hanno potuto salvare neppur il piccolo che aveva in grembo.

Ti potrebbe anche interessare: Picchia la compagna e la butta dalle scale. Aveva in braccio il figlio di 2 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it