Picchia la compagna e la butta dalle scale. Aveva in braccio il figlio di 2 anni


Un uomo ha picchiato violentemente la compagna e subito dopo l’ha buttata dalle scale, mentre questa teneva in braccio il figlio di due anni. La vicenda è avvenuta nel  napoletano, a San Gennaro Vesuviano  nella giornata di domenica. (Continua a leggere dopo la foto)




L’arrestato, già noto alle forze dell’ordine, è stato condotto nel carcere di Poggioreale. Dovrà rispondere alle accuse di maltrattamenti in famiglia. La madre e il bambino sono stati invece trasportati all’ospedale di Nola. Le loro condizioni non sarebbero critiche. Tuttavia la donna ha subito “contusione in sedi multiple e all’addome ed escoriazioni a faccia e naso” mentre il bambino ha riportato escoriazioni al viso. (Continua a leggere dopo la foto)



Stando a quanto trapela dalle indagini, l’aggressore sarebbe un uomo di 34 anni di San Gennaro Vesuviano, con precedenti penali. Il bambino, di due anni e mezzo, è il figlio dell’uomo e della sua compagna trentenne. Nel corso dell’aggressione, l’uomo avrebbe gridato “Ma quale festa della mamma, sei solo una p*****a!” (Continua a leggere dopo la foto)



Secondo alcune indiscrezioni e rapporti di testimoni, non si trattava del primo episodio. L’uomo avrebbe già manifestato simili scatti di ira. Tuttavia, la compagna non aveva mai denunciato maltrattamenti,per paura delle sue possibili reazioni