Spara all’amico e poi si toglie la vita: trovati morti due studenti universitari


Due studenti universitari di 24 anni sono stati trovati morti vicino al campus in quello che la polizia descrive come un omicidio-suicidio. Matthew Pfluger e Connor Shannon studiavano alla Texas State University, erano amici e anche coinquilini. A trovare i loro corpi privi di vita nella loro casa a San Marcos è stato un altro amico, preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto tra loro. Ancora da accertare con esattezza il movente.

L’allarme è scattato attorno alle ore 9:30 di martedì 8 maggio 2019, quando un amico di Matthew e Connor, entrambi di 24 anni, è andato a bussare alla porta della loro abitazione. Non ricevendo risposta dai due studenti, si è recato sul retro della villetta e lì ha fatto la macabra scoperta. Il corpo di Matthew Pfluger era riverso a terra, in un lago di sangue. (Continua dopo la foto)




Come riferisce l’agenzia di stampa Keye, sul posto sono quindi intervenute le forze dell’ordine che, entrando poi in casa, hanno scoperto il cadavere dell’altro ragazzo, Connor Shannon. Dopo i rilievi, gli investigatori hanno dato una prima ricostruzione dell’accaduto: ritengono che Pfluger abbia sparato a Shannon più volte all’interno della loro casa prima di uccidersi. (Continua dopo la foto)



Una volta ucciso il coinquilino, avrebbe tentato di togliersi impiccandosi ma senza successo. Alla fine è uscito nel cortile e si è sparato alla testa. Per quanto riguarda il movente, come detto, sono ancora da accertare le cause di quello che gli investigatori sospettano sia un caso di omicidio-suicidio. Caso che ha lasciato sconvolti i compagni di college, che sui social descrivono i due come ragazzi dal cuore d’oro e molto generosi. (Continua dopo la foto)



 


Appresa la tragica notizia, gli amici hanno affidato ai social ricordi e messaggi di cordoglio. “Hai sempre visto il bello in tutti! Eri il mio migliore amico! RIP anima dolce”. Pfluger era “come un fratello maggiore” e il aveva un “cuore grande”. E ancora: “Sei stato uno dei miei primi amici quando la mia famiglia e io ci siamo trasferiti”, scrive uno. “Per te far ridere qualcuno è sempre stato un gioco da ragazzi”.

Maestra muore a scuola: ”Stroncata da un malore improvviso”