Maestra muore a scuola: ”Stroncata da un malore improvviso”


Tragedia nella scuola primaria Trieste di via Sampolo a Palermo. Un’insegnante, Raffaella Barbuzza, di 55 anni, è morta nell’istituto dove si era recata per caricare i risultati delle prove invalsi quando è stata colta da un malore. Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 ma per la donna, purtroppo, non c’è stato niente da fare. I medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

“Sicuramente sei con Gesù, gli angioletti avranno una specialissima maestra” si legge sui social. “Un’insegnante come poche. – scrivono ancora – Non ci sono parole per descrivere la tristezza per questa perdita”. “Grande perdita. Insegnante per vocazione” scrivono ancora amici e genitori degli alunni, che la ricordano come una maestra “materna, affettuosa, attenta, paziente e comprensiva“. (Continua a leggere dopo la foto)







Una tragedia per l’istituto, il Giovanni XXIII Piazzi, dove l’insegnante lavorava. Tanti, tantissimi i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa.
”La nostra comunità è stata sconvolta da un’immane tragedia. La nostra cara insegnante, Raffaella Barbuzza, ci ha lasciati improvvisamente mentre si apprestava a svolgere il suo servizio pomeridiano nella scuola primaria Trieste”, sono le parole della dirigente, Aurelia Patanella. (Continua a leggere dopo la foto)




”Il dirigente, i docenti, il personale Ata unitamente a genitori e allievi sono devastati ed esprimono alla famiglia i più sinceri sentimenti di affetto e solidarietà’. Ciao Raffaella, donna di eccezionali qualità, il tuo esempio di docente appassionata, corretta, coinvolgente, rimarrà nell’imperitura stima e affetto con cui sempre ti ricorderemo”, conclude la dirigente scolastica Patanella. (Continua a leggere dopo la foto)


 

I funerali dell’insegnante Raffaella Barbuzza saranno celebrati nella chiesa di San Michele Arcangelo, mercoledì8 maggio 2019 alle ore 9,30. Nella giornata di domani, le lezioni nel plesso Trieste inizieranno alle 11,30 per consentire la partecipazione di insegnanti e studenti ai funerali.

Natalia, studentessa Erasmus, scomparsa nel nulla: ”Ritrovato lo zaino col cellulare”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it