Travolta da un’auto sulla strada della morte, Anna lascia il marito e 2 figli


Si è spenta a distanza di cinque giorni dall’incidente dopo il quale non si era più ripresa. Anna Arrà, 78 anni, è morta lunedì su un letto della Rianimazione del Bufalini di Cesena. Qui la donna era ricoverata da giovedì 11 aprile, quando quella mattina fu trasportata in gravi condizioni a Cesena a seguito della collisione contro un’auto. La notizia della morte di Anna Arrà ha suscitato profondo dolore e cordoglio nella comunità della chiesa di San Paolo, guidata dai padri Giuseppini. Talvolta svolgeva i lavori di pulizia della chiesa e, soprattutto, faceva volontariato per la Caritas parrocchiale, preparando le sportine degli alimenti per i bisognosi. Di origini marchigiane, abitava in via Suzzi, lascia il marito e i  2 figli.

L’incidente si era verificato poco dopo le 11, all’altezza dell’incrocio tra via Val Gardena e via Fontana. La data dei funerali della 78enne non è ancora fissata in attesa di una eventuale autopsia – anche in ragione della dinamica dell’incidente da accertare – e del nulla osta della Procura. Continua dopo la foto




In base ai primi accertamenti della polizia locale di Ravenna, intervenuta quella mattina con il reparto infortunistica per i rilievi, la signora era in sella alla sua bicicletta quando si è scontrata con una vettura, una Suzuki Vitara guidata da una 67enne di Ravenna che si trovava all’altezza di quell’intersezione e pare fosse in procinto di compiere una svolta. Continua dopo la foto



Anna Arràpotrebbe non essersi accorta di quella manovra, finendo per tamponare violentemente l’auto. Cadendo a terra l’anziana ha battuto violentemente il capo e non ha più ripreso conoscenza. L’altro giorno i medici del Bufalini ne hanno constatato il decesso a causa della gravità delle lesioni. Ieri, giovedì 18 aprile, un altro terribile incidente, stavolta tra tra Tir e auto in A4, feriti e caos. L’incidente è accaduto verso le 17.30 lungo il tratto compreso tra gli svincoli di Noventa di Piave e Cessalto, in direzione di Trieste. Continua dopo la foto



 


Lo scontro è avvenuto tra un’automobile, un furgone e tre mezzi pesanti, che nello schianto avrebbe avuto la peggio. Ferito un uomo, portato via dai soccorsi, che inizialmente si erano alzati in volo in elicottero per raggiungere il luogo dell’accaduto.
È stato condotto all’ospedale di San Donà di Piave ma via terra. Non sarebbe in pericolo di vita. Immediato l’intervento dei soccorritori, arrivati da San Donà con i Vigili del fuoco e tre ambulanze, da Motta con un altro mezzo dei Vigili del fuoco, arrivati anche con l’elicottero alzatosi in volo da Tessera. In volo anche l’elicottero del Suem e quello della Polizia.

Ti potrebbe anche interessare: Tempeste di sabbia in arrivo sull’Italia da lunedì 22 aprile. Le regioni più colpite