È morto Jean Louis David, il parrucchiere delle star: inventò “il taglio scalato”


È morto Jean Louis David. Considerato il coiffeur per eccellenza, uno dei parrucchieri più famosi nel mondo si è spento a 85 anni dopo una lunga malattia. La notizia della morte è stata confermata dal suo gruppo dopo che era inizialmente stata diffusa dall’emittente Bfmtv. David è morto in Svizzera dove viveva dal 2002, anno in cui aveva venduto il suo impero al gruppo americano associato al marchio Franck Provost.

Jean Louis David era conosciuto come il ‘parrucchiere delle star’ e la sua gamma di prodotti per i capelli è una delle più conosciute al mondo. I saloni JLD sono diffusi in 14 Paesi, tra cui almeno uno in ogni principale città italiana. Era anche ritenuto un visionario delle acconciature (a lui si deve l’invenzione del taglio scalato), e sin dagli esordi aveva avuto successo collaborando con i grandi fotografi di moda come Helmut Newton. (Continua dopo la foto)




Nato il 24 marzo 1934 in una famiglia di parrucchieri di Grasse, Jena Louis David aveva iniziato la sua impresa a Parigi nei primi anni Cinquanta, considerata l’età d’oro degli “artisti” parrucchieri. Ma è negli anni Sessanta, dopo l’apertura del suo primo salone in avenue de Wagram che diventa una star dell’acconciatura grazie all’invenzione del cosiddetto taglio di capelli degradé, considerato come una rivoluzione in quel mondo. (Continua dopo la foto)



Non solo. A David si deve anche la decolorazione leggera dei capelli che parte dalla radice e arriva fino alla punta. Grazie alle sue acconciature e invenzioni si fa conoscere dalle clienti famose e diventa così anche il coiffeur ufficiale del festival di Cannes. All’apice della sua carriera, Jean Louis David si unisce anche ai grandi artisti dell’epoca come Andy Warhol, Coco Chanel o Pierre Bergé. (Continua dopo la foto)



 


Jean Louis David è stato sposato quattro volte e ha avuto quattro figli. Suo figlio Jean-Christophe David ha portato avanti l’impero creato da suo padre prima di creare negli anni ’90 Body’minute, una rete di istituti di bellezza. Come detto, nel 2002 si è defilato dagli affari, con la vendita del suo marchio al gruppo americano Regis Corporation, che poi lo vendette nel 2008 al gruppo di Provaliance di Franck Provost. Il suo motto era “Essere sempre al passo coi tempi e rispecchiare i clienti nell’evoluzione dei loro gusti e dei loro desideri nascosti”.

“Un giorno ci incontreremo e sarà per sempre”. L’addio straziante a Giuseppe e Sharon