Muore in bici a 53 anni. Valerio, il dottore ‘buono’ che salvava la vita ai bambini


Lutto nella città di Monterotondo per la perdita di Valerio Nobili, 53 anni, uno dei più grandi patologi al mondo, docente al corso di specializzazione di Pediatria della Sapienza e medico responsabile delle Unità di Malattie Epatometaboliche e della Ricerca Malattie Epatiche all’ospedale Bambino Gesù. Alcuni testimoni lo hanno visto accasciarsi in sella alla sua bicicletta sui binari del tram 19.

Nelle vicinanze c’era anche una pattuglia dei vigili urbani del II Gruppo che è subito intervenuta: un malore improvviso, forse un infarto, anche se non soffriva di cuore.  Per Valerio Nobili non c’è stato nulla da fare. Inutili i tentativi di rianimazione. Quando l’ambulanza è arrivata sul posto, ai sanitari non è rimasto che constatare il decesso. Avrebbe compiuto 53 anni ad aprile. Il dramma è avvenuto poco dopo le 15 di ieri in piazza Thorvaldsen, di fronte a Valle Giulia. L’Atac per consentire i soccorsi ha bloccato la circolazione dei tram tra Valle Giulia e piazza Risorgimento. Il medico non aveva con sé i documenti, solo nel tardo pomeriggio i familiari sono stati avvisati. (Continua a leggere dopo la foto)




Nobili, originario di Monterotondo, era sposato e non aveva figli. Aveva dedicato tutta la sua vita con passione e profonda dedizione alla scienza. Da anni aiutava i pazienti più piccoli e bisognosi dalle stanze dell’ospedale pediatrico sul colle del Gianicolo. Questa mattina sarebbe dovuto intervenire al corso di alta formazione in Gastroenterologia pediatrica che si tiene nella Clinica Pediatrica del policlinico universitario Umberto I. ‘’Valerio Nobili – ricorda una collega – era considerato un punto di riferimento di tutti i pediatri romani e italiani per quel che riguarda le patologie del fegato e, in particolare, della steatosi epatica pediatrica’’. (Continua a leggere dopo la foto)



Medico era sempre rimasto molto legato alla sua città, organizzando iniziative benefiche quando possibile. Nel 2010 fu tra i promotori di un’iniziativa insieme all’associazione Nicolò Valenti Onlus, guidata dalla presidente Valeria Montanucci. Insieme raccolsero fondi per l’Unità di Ricerca contro la steatosi epatica dell’ospedale Bambin Gesù di Roma consentendo di diventare la prima ed unica in Italia a poter acquistare la costosissima Envision Xcite, una macchina indispensabile per i ricercatori per riuscire a sconfiggere la steatosi epatica di origine non-alcolica: una grave malattia che colpisce almeno 6 milioni di bambini nel mondo. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“Valerio Nobili, luminare di fama internazionale, medico appassionato, uomo splendido, di una luce interiore difficile da raccontare a chi non lo conosceva – ha scritto sul suo profilo Facebook Mauro Alessandri, ex sindaco di Monterotondo oggi assessore della Regione – Un Monterotondese, un caro mio amico. In una vita come quella che lui ha trascorso risiede il senso di quella che chiamiamo umanità e di come dovremmo vivere. Ci lascia improvvisamente, piombando tutti noi nel doloroso sgomento, uno dei più grandi figli di questa nostra città, della sua intera storia. Sapere che non potrà più sorriderci toglie il fiato. A tutta la sua bellissima famiglia l’ abbraccio più grande. Che siano più forti che mai”.

“Avvelenata”. È morta Imane Fadil, testimone chiave nel processo Ruby