“Mio figlio tossico mi ha tolto i vestiti e…. Poi mi ha chiesto che si mangia”. Il dramma di una madre che ha denunciato il figlio


Un’altra storia terribile, per giunta aggravata dal rapporto tra vittima e carnefice. Un rapporto che dovrebbe essere speciale, unico, quello tra una madre e un figlio. Per i figli una madre è sempre uno scudo, in ogni situazione della vita, anche in quelle più difficili da superare e da accettare. Ma, come si dice dalla notte dei tempi, una mamma è pronta a perdonare ogni sbaglio di un figlio, anche quando l’errore assume fattezze impossibili da accettare. Poi ci sono situazioni di disagio, spesso estremo, in cui si generano fatti spaventosi. Frutto di emarginazione, ignoranza. E in questo caso il tutto è appesantito dalla droga.

È il caso di Patricia Ortega, una madre argentina di 41 anni, raccontato dalla stampa locale. Una condizione umile, una realtà familiare molto complicata. Una madre che, a un certo punto, non ce l’ha fatta più. E ha denunciato i fatti bestiali commessi dal figlio a suo danno. (continua dopo la foto)




Ha raccontato, con coraggio, gli abusi subiti dal figlio tossicodipendente, che prima ha tentato di strangolarla, poi l’ha violentata. “Io sono la madre, quella che gli dà da mangiare, lo cura, lo cerca, lo medica quando serve”. Il figlio, 22enne, assume droga dall’età di otto anni, quando fu proprio suo padre a trasmettergli il vizio. (continua dopo la foto)



E la mamma, a un certo punto, ha trovato la forza di fermarlo. Non poteva arrendersi a quell’abisso. “Oggi non ne posso più, l’ho dovuto denunciare. Ho dovuto denunciare mio figlio, capite? Ha tentato di uccidermi strangolandomi, quando ho perso i sensi mi ha tolto la roba e mi ha violentata”. (continua dopo foto e video)



 

E il racconto drammatico continua: “È successo qualche giorno fa. Dopo avermi oltraggiata in quel modo, è fuggito”. Poi è tornato verso mezzanotte e mi ha detto ‘Mamma, che c’è da mangiare?’. Questo è quello che è successo”. La speranza di Patricia è che il carcere possa cambiarlo e invita le mamme a farsi coraggio per evitare il declino dei figli a causa della droga.

Bimbo di 3 anni torturato a morte e buttato in discarica. I killer: 7 e 8 anni