“Tranquilli, è solo otite”. Ma dopo appena 72 ore la figlia muore. Aveva 10 anni


Quando i medici hanno capito che cosa aveva la piccola Abbigayle era già troppo tardi. È morta a soli dieci anni di una forma aggressiva di meningite batterica, ma quando la bambina era stata portata all’ospedale dai genitori, il personale sanitario aveva detto loro di non preoccuparsi. Di non dare peso a quella che era una banale infezione all’orecchio.

Siamo a Fort Wayne, nell’Indiana, Stati Uniti e la famiglia di Abbigayle Dipietro, ora devastata, ha raccontato ai media locali che quando la bambina ha cominciato ad accusare forti dolori all’orecchio ed è stata visitata al pronto soccorso i medici hanno detto che non era nulla di grave: solo una forma di otite. Ma era la diagnosi sbagliata e infatti a qualche ora dalle rassicurazioni ricevute in ospedale la situazione è presto degenerata. La bambina ha cominciato a vomitare e ad avere febbre molto alta, finché non ha perso i sensi ed è entrata in coma. (Continua dopo la foto)




Abbigayle è morta nel giro di 72 ore: si è spenta martedì scorso. Non ce l’hanno fatta i medici a salvarla. Quando hanno compreso che non era otite ma meningite non c’era già più niente da fare per la piccola paziente. In alcuni casi il mal d’orecchio può essere un sintomo precoce di questa patologia e la famiglia Dipietro, sconvolta dal dolore per la perdita, ha già annunciato che intenderà portare il caso in tribunale. (Continua dopo la foto)



I genitori di Abbigayle hanno voluto raccontare la sua storia perché simili tragedie non si ripetano, invitando i genitori a non sottovalutare mail il loro istinto quando si parla della salute dei loro figli. La mamma della bambina, Tasha Dipietro-Anderson ha anche scritto un lungo post sul proprio profilo Facebook per ringraziare quanti hanno avuto un pensiero per la figlia. E l’ha ricordata così: “Il suo sogno era quello di diventare un veterinario. Era una colorata e unica. Di certo, l’anima più pura che abbia mai conosciuto”. (Continua dopo la foto)



 


Era anche stata lanciata una raccolta fondi in rete per Abbigayle e ora quei soldi donati verranno utilizzati per i suoi funerali, si legge sul Daily Mail. Intanto, non appena si è diffusa la notizia della morte di Abbigayle, nella scuola frequentata dalla bambina è scoppiato il panico contagio. Il responsabile del dipartimento di salute pubblica della contea di Elkhart ha quindi rassicurato insegnanti, famiglie e studenti che non c’è alcun pericolo.

Samuele muore a 12 anni. La tragedia davanti agli amichetti atterriti