Manuel Scavone sviene in campo al 1° minuto: salvato in campo dai compagni


Terrore allo stadio Via del Mare nell’anticipo della 22^ giornata di Serie B. Lecce e Ascoli dura solo 30 secondi prima di essere sospeso (e poi definitivamente rinviato a data da destinarsi) per un brutto incidente di gioco occorso a Manuel Scavone. Il calciatore ha perso i sensi dopo il colpo alla testa cadendo sul terreno di gioco. Lo hanno salvato i compagni Ciciretti e Mancosu estraendogli la lingua, poi il massaggio cardiaco dello staff sanitario e la ripresa di coscienza.

Trasportato in ospedale e dall’esito negativo delle TAC, il giocatore è fuori pericolo e verrà tenuto in osservazione per almeno 24 ore. Rinviata a data da destinarsi Lecce-Ascoli. La squadra del Lecce si è spostata tutto in ospedale per seguire da vicino l’evolversi della situazione del compagno di squadra. Fortunatamente Scavone è fuori pericolo. Questo il contenuto del comunicato diramato dalla Asl di Lecce e dai medici del Pronto Soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” che gli hanno prestato le prime cure e riscontrato un forte trauma commotivo con momentanea perdita di coscienza. (Continua a leggere dopo la foto)







“Le condizioni del paziente sono comunque buone”, spiega la nota. I medici hanno già eseguito diverse Tac al cranio, alla cervicale e al torace, tutte con esito negativo, quindi, non riscontrando lesioni interne. I medici hanno deciso il ricovero precauzionale in Neurochirugia, dove il calciatore sarà tenuto in osservazione per almeno 24 ore. (Continua a leggere dopo la foto)




Dopo la sospensione della partita, il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, in conferenza stampa aveva detto: “Volevo comunicarvi che Manuel Scavone è in ospedale, sta facendo una serie di aggiornamenti, è stato sottoposto a una prima Tac. Siamo cautamente tranquilli però ci sono degli accertamenti che vanno fatti e che andranno avanti nelle prossime ore. Siamo un po’ più sereni rispetto ai momenti vissuti in campo però aspettiamo un po’ per essere più precisi sulle sue condizioni’’. (Continua a leggere dopo la foto)


 


‘’Dalle notizie ufficiose che ci arrivano sembra che la Tac pare dato esito negativo però prendetele col beneficio d’inventario. Ora ci recheremo in ospedale, il ragazzo si era ripreso già in campo e questo è stato motivo di sollievo. Sarebbe stato più opportuno se al posto mio avessero parlato i medici ma ovviamente sono con Manuel in ospedale. Quindi sono necessariamente impreciso ma, ripeto, le prime notizie sono di cauto ottimismo”.

Ha mal di testa e viene dimessa dal pronto soccorso. Daniela muore: tre medici a processo

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it