Allarme topi, “Entrano in casa”. Centinaia per le strade. “Mai visto niente del genere”


Allarme a Cesena dove, da qualche giorno, è in corso una vera e propria invasione di topi. Sono infatti centinai i ratti che imperversano tra le strade della cittadina romagnola causando non pochi problemi. Molte le richieste di aiuto da parte della popolazione mentre, squadra di vigili del fuoco sono al lavoro per tentare di riportare la situazione alla normalità. A lanciare l’allarme, era stata, tra gli altri la consigliera provinciale di Forlì-Cesena e consigliera comunale a Cesenatico, Lina Amormino, venerdì sera ha filmato topi lungo la strada e pubblicato un video per sensibilizzare l’opinione pubblica.

“E’ già la terza sera di seguito che si vedono centinaia di topi correre lungo la via Medri, molti dei quali vengono investiti dalle auto e uccisi. Ho la sensazione che sia accaduto qualcosa, sembravano impazziti, si mordevano e mangiavano tra loro; inoltre non hanno un comportamento normale perché i topi solitamente sono furbi, molto cauti e non escono alla scoperto sotto le luci”. (Continua dopo la foto)




Poi riprende: “Forse scappavano perché colpiti da un’azione di derattizzazione o da ‘disturbatori’, apparecchi che oggi sono diffusi”. Parole a cui fanno eco quelle dei vigili del fuoco, rilasciate al Corriere di Bologna: “Quelli investiti sono più di cento. Mai visto niente del genere è probabile che si sia formata in questa zona una numerosa colonia di topi, che hanno trovato riparo e cibo in una piccionaia dismessa. Quando siamo arrivati la strada era invasa dai topi”. (Continua dopo la foto)



Sembra infatti che la colonia sia cresciuta in un ex allevamento di piccioni, abbandonato da qualche settimana: l’abbondanza di cibo ha permesso ai topi di crescere e riprodursi indisturbati, per poi spostarsi quando il cibo è terminato, per cercarne altro. L’emergenza è ovviamente legata soprattutto alle condizioni igieniche della zona: i ratti bianchi e grigi, ancora tantissimi, entrano anche nelle case, e le chiamate ai vigili del fuoco si moltiplicano, con i residenti spaventati che denunciano la presenza dei roditori nei terreni e nelle. (Continua dopo la foto)



 


Il Comune sta cercando di risolvere la situazione in pochi giorni, ma nel frattempo di questa curiosa emergenza parla ormai tutta Italia. E mentre la situazione si fa sempre più difficile c’è chi propone un rimedio e lo lancia sui social: “Chiamante il pifferaio di Hamelin, ma ricordatevi poi di pagarlo”. Non sembra una brutta soluzione.

Ti potrebbe anche interessare: Federico, 21 anni, si accascia e muore davanti al suo amico del cuore: una fine atroce