Mirko, morto mentre andava al lavoro: domenica avrebbe compiuto 25 anni


Tragedia sulle strade catanesi. Un ragazzo di 24 anni, originario di Aci Bonaccorsi, Mirko Leone è morto a Misterbianco dopo che ha perso il controllo dell’automobile e si è schiantato contro un cartellone pubblicitario. Mirko Leone avrebbe festeggiato domenica il suo compleanno. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto sulla tangenziale, da Siracusa in direzione Catania, all’altezza del bivio per Misterbianco e Paternò, intorno alle 4.50 di questa mattina.

A quanto si apprende Mirko Leone avrebbe stava andando al lavorare. Forse una manovra azzardata, forse le condizioni non ottimali dell’asfalto ha causato la tragedia. Nelle prossime ore, comunque, tutti i dubbi dovrebbero essere chiariti. Per estrarre il corpo di Mirko Leone dalle lamiere dell’auto su cui viaggiava sono intervenuti i vigili del fuoco Sul posto c’erano anche i carabinieri e un’ambulanza del 118. La salma è stata portata al cimitero di Misterbianco. (Continua dopo la foto)




Mirko Leone era il più piccolo di tre fratelli. Una scia di sangue che non si arresta nella provincia etnea. Mirko, infatti, si aggiunge alle altre giovani vittime delle strade catanesi: i due cugini deceduti in via Palermo e il 19enne morto ad AciCastello. Ieri un altro giovanissimo aveva perso la vita, il ventenne di Marano di Napoli Michele Coppeto. Il tremendo impatto con un mezzo pesante si è verificato mentre Michele era a bordo della sua motocicletta. (Continua dopo la foto)






Per il ventenne è stato decisivo l’impatto, tant’è che è deceduto praticamente sul colpo, nonostante indossasse il casco di protezione. Stando a quanto si apprende dal sito in questione, il conducente del camion coinvolto nell’ incidente si è immediatamente fermato per prestare soccorso al giovane Michele ed è stato poi ascoltato dalle forze dell’ordine. (Continua dopo la foto)


 


Il giovane ragazzo, invece, è stato identificato soltanto alcune ore dopo, in quanto non possedeva i documenti di riconoscimento con sé. Dopo l’urto del suo scooter con il mezzo pesante, l’impatto del ragazzo contro l’asfalto è stato così forte che sul suolo sono rimaste visibili alcune tracce organiche. Negli istanti immediatamente successivi allo scontro, sono intervenuti sul luogo del sinistro sia i Carabinieri del comune napoletano, che si stanno occupando di effettuare gli accertamenti di rito, che la Polizia locale di Napoli.

Ti potrebbe anche interessare: Mangiare cioccolato ti aiuta a vivere meglio e più a lungo: lo conferma la scienza!