Bomba esplode in un ristorante. Molti feriti. Le telecamere riprendono gli autori dell’attentato


 

Un alto fatto di sangue in un luogo di svago, ormai sembra un modo di operare tristemente consolidato. Secondo l’ultimo bilancio di sanitari e polizia, almeno 15 persone sono rimaste ferite nell’esplosione di un ordigno avvenuta in un ristorante di Mississauga, vicino Toronto, in Canada. Due persone sospette sono entrate all’interno del locale, il Bombay Bhel, e hanno fatto scoppiare un cosiddetto Ied, cioè un ordigno esplosivo improvvisato. I due sospettati si sono dati alla fuga poco prima della detonazione e sono attualmente ricercati. Diversi avventori del ristorante sono stati ricoverati in ospedale, mentre tre persone che versano in condizioni critiche sono state portate in un centro specializzato di Toronto. I due sospetti sono fuggiti dal luogo dell’attacco immediatamente dopo l’esplosione e la polizia ha lanciato un appello al pubblico per chiedere aiuto nell’identificazione dei due attentatori. (continua dopo la foto)




Immediato l’operativo delle forze dell’ordine. La polizia, allo scopo di individuare i responsabili e consentire dei soccorsi tempestivi ai feriti, ha chiuso tutte le vie d’accesso alla zona del ristorante. Il portale canadese Cp24 ha diffuso una descrizione dettagliata dei due attentatori. Il primo è un ragazzo sulla ventina, alto circa 1,80 m, di corporatura robusta e pelle chiara; le telecamere hanno consentito di accertare che, in quel momento, indossava blue-jeans scuri, un passamontagna e un cappello da baseball grigio, oltre ad una felpa scura con la zip e il cappuccio che copriva ulteriormente il capo. (continua dopo le foto)





 

L’altro sospettato, invece, è leggermente più basso e magro, indossava dei jeans più chiari e, come il suo complice, aveva il volto coperto e indossava un cappello e una felpa con cappuccio in modo da non farsi riconoscere. La caccia agli attentatori prosegue. E nel paese nordamericano resta lo sconforto: un momento di svago si è trasformato in incubo per diverse persone. E fa effetto soprattutto in un paese tradizionalmente considerato tranquillo e con qualità della vita sempre ai primi posti delle classifiche mondiali.

“Il pozzo degli orrori”. Scoperta choc in Italia: sotto terra ossa umane, anche un neonato