Paura in volo: fumo bianco e denso in cabina, atterraggio d’emergenza


Paura in volo per 136 passeggeri che viaggiavano sull’Airbus IndiGo. L’aereo decollato da Jaipur (capoluogo del Rajasthan) era diretto a Calcutta (nel Bengala occidentale) quando a circa 45 miglia (70 km) dalla sua destinazione è scoppiato il caos a bordo. I passeggeri sono stati completamente avvolti da un fumo denso e bianco, che ha occupato la cabina e la zona di bagni.  Alcuni passeggeri hanno iniziato a tossire e urlare per la paura, mentre altri di loro hanno ripreso tutto. I piloti dell’A-320 hanno lanciato al quel punto l’SOS all’ATC di Kolkata segnalando che l’aereo e i suoi 136 passeggeri erano in pericolo. Immediato il permesso per l’atterraggio d’emergenza.

Dai video girati dai passeggeri si vede la cabina dell’aereo completamente invasa da fumo bianco e il panico in cui versavano i passeggeri. Dopo un po’ la situazione è cambiata e i passeggeri hanno iniziato a riprendersi e sdrammatizzare. Tutto ciò ha permesso  al personale di volo di far rispettare l’ordine e sono riusciti a procedere secondo il regolamento per mettere in salvo tutti passeggeri. Appena effettuato l’atterraggio i 136 passeggeri a bordo sono poi stati fatti scendere dall’aereo attraverso lo scivolo d’emergenza. Secondo i media locali, nessuno ha riportato conseguenze. (Continua dopo la foto)




Al momento la compagnia aerea low cost indiana ha aperto un’inchiesta per individuare le cause dell’accaduto. Per ora si sa ben poco delle dinamiche dell’incidente in volo.  Secondo un ministero indiano, i piloti a bordo dell’A-320 Airbus hanno trasmesso una chiamata “Mayday” via radio, indicando ai controllori del traffico aereo che il velivolo e i passeggeri a bordo erano in pericolo. Secondo le autorità: «L’aereo ha fatto un atterraggio di emergenza dopo il quale i passeggeri sono stati portati in salvo facendoli scendere grazie a uno scivolo gonfiabile».  Per fortuna è andato tutto bene e non ci sono stati morti. A questo punto non resta di accertare il perchè del fumo all’interno dell’aereo e capire se è stato dovuto ad un guasto tecnico o ad un gesto sconsiderato fatto a bordo.(Continua dopo la foto)



Quando si viaggi in aereo capita a tutti di sorridere alle spiegazioni del personale di bordo su come gestire le emergenze in volo, perchè nessuno si aspetta mai che possa succedere un imprevisto del genere. Invece questa volta le procedure di salvataggio sono state utili a bordo dell’ Airbus della IndiGo. Grazie alla collaborazione tra personale e passeggeri tutto è finito bene e senza conseguenze gravi. Tutti i 136 passeggeri grazie all’atterraggio d’emergenza effettuato dal pilota, accortosi in tempo del pericolo, sono stati messi in salvo attraverso le uscite d’emergenze con l’ausilio di uno scivolo di salvataggio. (Continua dopo la foto)



 

Questa volta il pericolo è scampato e non resta che cercare le cause dell’accaduto. In altri casi i passeggeri e il personale di bordo non sono stati così fortunati. Nella notte tra il 18 e il 19 maggio 2016 l’Airbus A320 dell’EgyptAir è precipitato nel Mar Mediterraneo,  mentre era in volo da Parigi al Cairo con 66 persone a bordo. Anche in questo caso era comparso del fumo bianco a bordo, ma per problemi tecnici l’atterraggio d’emergenza non è potuto avvenire e hanno così perso tutti la vita.

Il Treno regionale della vergogna. Passeggeri inorriditi sul treno Genova-Savona