“Morti e feriti”. Italia, grave incidente ferroviario: il bilancio e le immagini


 

Morti e diversi feriti. Questo è il bilancio del grave incidente in cui sono rimasti coinvolti il treno regionale 10027 e un camion adibito al trasporto eccezionale che era fermo sui binari. Un impatto violentissimo, che ha causato il deragliamento di alcuni vagoni quando il convoglio ha travolto il mezzo pesante. È successo intorno alle 23,20 di mercoledì 23 maggio 2018 sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, all’altezza del comune di Caluso, più precisamente al passaggio a livello della frazione di Arè. Come riporta l’Ansa, l’incidente ha provocato due morti, il macchinista del treno e un passeggero, e diciotto feriti. Subito attivata la maxi-emergenza: sul posto sono intervenute sette squadre dei vigili del fuoco, oltre alla croce rossa e ai carabinieri di Chivasso. Sul luogo dell’incidente il personale del 118 ha poi attrezzato un ospedale da campo con le tende; uno dei feriti, estratto a fatica dalle lamiere, è deceduto in ospedale. Secondo una prima ricostruzione dei tecnici di Rfi, il treno, che è partito alle 22.30 circa dalla stazione di Torino Porta Nuova, ha urtato il tir. (Continua dopo la foto)




Si tratterebbe di un camion con targa lituana che, “dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria fra le stazioni di Rodallo e Caluso, sulla linea Chivasso-Aosta. Il convoglio era composto da cinque vetture e un locomotore. In seguito all’urto sono deragliate le tre vetture di testa”. Il macchinista avrebbe azionato il freno d’emergenza, scrive ancora l’Ansa, ma non ha potuto evitare l’impatto, che è stato violentissimo. Tre delle cinque vetture del convoglio, quelle di testa, sono deragliate, finendo nei campi vicini. Un palo della luce è stato abbattuto, i cavi dell’alta tensione tranciati. I feriti, incastrati tra le lamiere, sono stati estratti dai vagoni uno a uno. (Continua dopo le foto)





 


I passeggeri in condizioni più critiche sono poi stati trasportati con l’elisoccorso all’ospedale Cto di Torino, dove uno, come detto, è morto poco dopo l’arrivo. Gli altri, invece, sono stati accompagnati in ambulanza negli ospedali di Chiavasso, Ciriè, Ivrea e San Giovanni Bosco di Torino. “Mi sono sentita spingere da dietro, sono caduta. Ho avuto paura di morire, è stato terribile”: è il racconto di una passeggera che si stava recando a Ivrea per poi raggiungere Aosta e che ha riportato la frattura di una gamba. Sull’incidente sarà aperta un’inchiesta per stabilirne l’esatta dinamica e le responsabilità.

“Terribile”. Italia, autobus Flixbus si ribalta: il bilancio dell’incidente