Addio Michael. 22 anni, tristemente se n’è andato. “Sempre gentile e gran lavoratore”


Un’altra giovane vita spezzata. Un altro incidente mortale su via Pratica di Mare, ad Ardea, avvenuto all’alba del 1 novembre 2018. È il terzo in due anni, ricostruisce il quotidiano Il Messaggero. Nel luglio 2016 l’investimento di Mirko De Pace, morto pochi giorni prima di compiere 18 anni e ucciso dall’auto di un ragazzo ubriaco e drogato; il primo aprile 2017 la morte del meccanico Marco Pesci, che viaggiava a bordo della sua moto.

E anni prima, nel 2010, un altro brutto incidente nello stesso punto del mortale di ieri, che ha costretto per sempre sulla sedia a rotelle una ragazza oggi trentenne: la colpa è stata attribuita alla scarsa manutenzione stradale da parte del Comune, che ha risarcito la ragazza con due milioni di euro. L’ultima vittima in ordine di tempo di quel tratto di strada che continua a collezionare un triste primato per il numero di morti registrati sulle strade, è Michael Lasala. È morto a soli 22 anni. (Continua dopo la foto)




Stava rientrando a casa in via Gaeta a Nuova Florida quando, per cause ancora in via di accertamento, la sua Ford Fiesta si è schiantata frontalmente contro una Suzuki diretta verso Pomezia e condotta da un cacciatore di Ardea, in auto con i suoi due cani. Riporta sempre Il Messaggero, che l’impatto è avvenuto all’altezza di una curva in prossimità di via Trento, a poche centinaia di metri dal supermercato. L’impatto è stato violentissimo, stando al racconto di alcuni residenti della zona che hanno udito il tonfo pochi minuti prima delle 6. (Continua dopo la foto)






Pioveva e con tutta probabilità la velocità di una delle due auto era sostenuta. Lo scontro ha provocato il distacco del motore della Ford, che è stato ritrovato in un campo a un centinaio di metri di distanza e il corpo di Michael è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. I soccorritori, subito sul posto, hanno fatto l’impossibile per salvare la vita ai due automobilisti, ma il 22enne era già gravissimo: è morto non appena giunto al pronto soccorso della clinica Sant’Anna di Pomezia. Il corpo è stato poi trasferito al policlinico di Tor Vergata, dove nelle prossime ore sarà svolta l’autopsia; il cacciatore, invece, è stato ricoverato al Sant’Eugenio ma non sarebbe in pericolo di vita. (Continua dopo la foto)


 


Via Pratica di Mare è stata chiusa al traffico fino a metà mattina per permettere i rilievi dell’incidente, avvenuto probabilmente per l’alta velocità e per il manto stradale reso viscido e scivoloso dalle piogge. La morte di Michael ha ovviamente gettato nello sconforto tutti. Gli amici ricordano il 22enne come “un bravissimo ragazzo, sempre gentile con tutti e un grande lavoratore”. Dopo il diploma all’istituto Copernico nel 2016, il ragazzo lavorava presso il Belvedere di Torvaianica, stabilimento balneare aperto anche durante l’autunno.

“Un volontario dal cuore d’oro”. Ernaldo, morto a 22 anni in un terribile incidente