Tragico schianto in autostrada. Morto il padre, gravissime moglie e la piccola di 14 anni


Ancora sangue sulle strade. Teatro dell’ultimo incidente mortale ancora l’autostrada A21, corsia nord, nel tratto tra Cremona e Pontevico, in direzione Brescia. A perdere la vita ieri sera poco dopo le 22 è stato Salvatore Ortaggio, 36 anni, di Villa di Serio, in provincia di Bergamo. In gravi condizioni si trovano invece la compagna di 35 anni e la figlia di 14 anni. Quest’ultima, trasportata con l’elisoccorso all’ospedale di Brescia, è in condizioni serie, anche se non dovrebbe essere in pericolo di vita. Morto anche il cane che era sull’auto con la famiglia. Sul posto, oltre i mezzi di soccorso, anche i vigili del fuoco e la polizia stradale di Cremona, alla guida del comandante Federica Deledda, che ha effettuato i rilievi. Chiarita la dinamica dell’incidente: il conducente, per cause ancora da accertare, ha perso improvvisamente il controllo del mezzo, una Ford C-Max che viaggiava ad una velocità regolare. (Continua dopo la foto)




La macchina si è spostata sulla corsia di sorpasso, schiantandosi contro il new jersey che ha fatto da rampa, facendo fare al mezzo un volo di una quarantina di metri. L’auto è poi carambolata più volte, rimbalzando sul new jersey centrale. Il conducente è morto sul colpo, mentre la ragazzina, seduta dietro senza cintura, e il cane, sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo. Lei è stata proiettata sull’aiuola centrale, mentre l’animale è stato sbalzato sul cavalcavia. (Continua dopo la foto)



Nell’urto, violentissimo, anche la compagna della vittima è rimasta ferita in modo grave. E’ ricoverata in ospedale a Cremona. Dovrebbe cavarsela in una quarantina di giorni. Le persone che hanno perso la vita nel 2017 sono state il 34,2% in meno rispetto al 2007. I dati sono contenuti nel dossier dell’Istat sugli incidenti stradali in Italia ed elaborati dall’Adnkronos.Unico dato in crescita è quello della categoria per cui non sono state fatte campagne di sensibilizzazione. (Continua dopo la foto)



 


Non sono state introdotte norme e non possono usufruire delle novità tecnologiche: i pedoni. Le persone che attraversando la strada sono rimaste coinvolte in incidenti stradali sono passate da 21.152 a 21.725 con un incremento del 2,7%.
Negli ultimi 10 anni il numero di persone coinvolte in incidenti stradali è passato da 330.981 a 250.128 tra feriti e morti (-24,4%). Il numero di incidenti è passato da 230.871 del 2007 a 174.933 del 2017, con una riduzione del 24,2%, di cui gli indicenti mortali sono passati dal 2% all’1,8%. Il numero dei feriti da 325.850 è passato a 246.750, con una riduzione del 24,3% mentre le persone decedute erano 5.131 e sono scese a 3.378 (-34,2%). (Continua dopo la foto)

Ti potrebbe anche interessare: Schianto fatale, Giuseppe Scotto (26) perde la vita in sella alla sua moto. La dinamica dell’incidente mortale